Conversazioni sulla Bhagavad Gita: l’essenza dello yoga

admin Eventi

La Bhagavad-gita è una scrittura per l’umanità; il suo messaggio universale e trascendentale oggi è apprezzato da milioni di persone in tutto il mondo.

La Gita è importante per tutti perché risponde alle domande più profonde della vita. Non importa a quale nazionalità apparteniamo, o a quale casta, se siamo uomini o donne, quale età abbiamo; ciascuno di noi vuole sapere: “Chi sono? Qual è lo scopo della vita? Come posso essere davvero felice? Cosa accade al momento della morte?” Sri Krishna nella Gita risponde a tutte queste domande.

I grandi temi esistenziali sono trattati da un capitolo all’altro sempre più in profondità. La Bhagavad gita contiene le istruzioni che Krishna diede al suo amico più caro Arjuna, ma Arjuna in realtà fu lo strumento utilizzato da Krishna per esprimere l’essenza dello yoga e della conoscenza trascendentale al mondo intero. In realtà Krishna enunciò la Bhagavad gita per il beneficio delle anime condizionate di questo mondo. All’inizio della Sri Gita Krishna spiega che lo yoga è una pratica progressiva per stabilire un rapporto simpatetico e armonioso con la natura. Krishna cominica la sua spiegazione dello yoga ispirando tutti ad abbandonare le attività egoistiche e a intraprendere lo yoga. Dice: “Il pensiero, il sentimento e il desiderio sono qualità intrinseche dell’essere vivente. Se utilizzerai queste proprietà naturali per sfruttare la natura materiale non sarai felice, ma vivrai miseramente e sarai destinato a soffrire senza speranza. Per tua natura sei sempre attivo, perciò fai qualcosa di positivo, altrimenti sarai sempre causa di sofferenza per te stesso e per gli altri”.

Generalmente la Gita è conosciuta come un eccellente studio comparato della scienza della religione. Il linguaggio della Gita è semplice e dolce, il suo spirito grave, vasto e radicale; la sua logica rigorosa e naturale. La Sri Gita è l’attivazione per i pigri, il coraggio per i timorosi, la speranza per i disperati e nuova vita per i moribondi. La Sri Gita unifica e sostiene ogni genere di persona: il rivoluzionario, l’esoterico, l’ottimista, l’eremita, colui che cerca la liberazione, o il pieno teista.

(Srila Bhakti Sundar Govinda Maharaj)

adminConversazioni sulla Bhagavad Gita: l’essenza dello yoga